Logo Usap

USAP - Unione Sportiva Amatoriale Poggibonsi

Articoli

Articoli USAP


PARLIAMONE CON.....Marco Poli
 
Rubrica quindicinale di Mariano Rocchetta

________________________________________________________________________________________

Il nostro odierno ospite è uno dei personaggi che ha più caratterizzato un periodo importante del calcio amatoriale provinciale e valdelsano in particolare, gli anni novanta, che ha affrontato alla guida dell’ F. C. Gracciano, in tutte le sue precedenti denominazioni, sia come allenatore che come dirigente.
E dato che quest’anno cade il ventennale dalla nascita chi meglio di lui per fare due chiacchiere in amicizia ripercorrendo la lunga parabola della società graccianese. Parliamo, difatti, di Marco Poli, il popolare “Cencio”.

D. Innanzitutto grazie per la tua disponibilità e prima di tracciare un tuo breve profilo da calciatore, una curiosità, da cosa deriva il tuo soprannome?
R. Soprannome ereditato direttamente da i’ mi ‘ babbo che si chiamava Vincenzo, da cui “Cencio”. Io da ragazzino ero chiamato “Cencino”, poiché a Gracciano tutti, indiscriminatamente, possiedono e gli viene affibbiato un soprannome che gli vale quale da secondo nome, e, naturalmente, con il crescere, diventa “Cencio”.

D. Ok, parliamo ora della tua vita calcistica.
R. – Giovanili di Gracciano, naturalmente essendo nato qui, fino alla  categoria Giovanissimi, poi due anni di Allievi a Castellina in Chianti (1974-1976). A sedici anni torno a Gracciano e già sono inserito nella rosa della prima squadra che navigava fra la seconda e terza categoria. Ho giocato, fra gli altri, con “Beppe” Brevi. La mia carriera nel Gracciano prosegue fino all’età di 23/24 anni, fino a quando, cioè non mi sono fatto male al ginocchio, e da lì ho steso.

D. – In che ruolo giocavi?
R. – Difensore puro, girando tutti i ruoli della difesa da marcatore centrale a esterno a libero.

D. Mi risulta che rientri nel calcio, quello amatoriale, nel 1992. In questo periodo d’assenza – 1984/1992 - cosa hai fatto?
R. Mi sono limitato a guardare le varie partite, di tutte le categorie, nei campi vicino, tenendo aggiornata la mia passione calcistica.

D. Fino a che…..
R. Fino  a che, nell’ottobre del 1992 un incontro quasi casuale al Circolo Arci di Gracciano mi incrocio con Sandro Petreni che, al volo, mi dice (cito testualmente ndr) “Cencio vieni con me!” E io “Perché?” “ Seguimi ti devo dire una cosa”. Poi a quattr’occhi mi propose, anzi mi intimò: “Vieni a fare l’allenatore alla squadra amatori!”

D. Quanto tempo ci mettesti a decidere?
R. 10 Secondi. Così diventai l’allenatore dell’amatori Gracciano, sostituendo Roberto Giovannini che aveva iniziato l’anno, ma subito lasciato.

D. Il Gracciano Amatori nasce in quell’estate del 1992?
R. Sì difatti, con l’acquisizione della squadra di terza da parte di un gruppo colligiano, i graccianesi puri (vedi Sandro Petreni e Simone Bacci) si staccarono da quella scelta e decisero di fondare una propria squadra di frazione iscrivendosi ai campionati Uisp. Ebbero un seguito immediato. Molti dei giovani graccianesi che gravitavano nell’ambito calcistico locale abbracciarono l’idea di una squadra tutta loro (vedi ad esempio, Pagnotta, Boba, Mario Gambassi, Sergio Poli, Lorenzetti, tanto per fare alcuni nomi).

D. Il primo campionato è quello di 1ª categoria Uisp nel quale assaggiate il mondo amatoriale. Cosa vi sembrò al primo impatto, anche in confronto al calcio federale?
R. Era il 1992/93 e già in quel primo anno arrivammo in semifinale perdendola contro il Bar Perù.  Ci sembrò già di affrontare un buon livello di gioco e alcune squadre, composte da discreti giocatori, potevano fronteggiare addirittura una buona terza categoria.

D. Il successo vi arride l’anno dopo, nel 1993/94 …
R. L’anno dopo vincemmo contro il San Gimignano (1-0 allo stadio comunale di Poggibonsi – rete di Panichi su punizione), forti anche di alcuni innesti importanti quali Conticelli e Volpini,  che ci fecero fare, specialmente il primo, un buon salto di qualità, integrati poi dall’arrivo in corso di campionato di Roberto Soldi.

D. Quindi arriva la promozione in Eccellenza. Siamo nel 1994/95 e affrontate un campionato di livello superiore per la prima volta. Quali sono state le sensazioni?
R. Il primo impatto fu tremendo. Si persero di fila sei/sette partite nelle prime dieci. Doversi confrontare con squadre abituate a quel tipo di campionato da tanti anni si rivelò una situazione molto difficile. Poi ci compattammo all’interno del nostro ambito e facemmo un girone di ritorno strepitoso ribaltando ogni pronostico sfavorevole che ci dava quasi per spacciati alla fine dell’andata.

D. Superato il noviziato il Gracciano comincia ad adattarsi alla categoria e si toglie le prime soddisfazioni: 3° posto nel 1996/97, 2° posto nell’anno 1999/2000, con già Luca Corsoni allenatore. Al termine della tua parabola tecnica quali sono stati i rapporti con la società?
R. Sono rimasti ottimi sotto tutti i punti di vista. Anche ora ci si sente spesso con i ragazzi che sono passati da giocatori a dirigenti e ci confrontiamo sempre con enorme piacere. Anche quando Luca era allenatore mi chiedeva talvolta consigli se non addirittura di sostituirlo nei momenti (pochi) che era assente. E’ un ambiente che mi è sempre rimasto e sempre mi rimarrà nel cuore.

D. Cosa mi sai dire della “leggenda “ dell’Atletico Bilbao?
R. Ci chiamavano così, perchè i giocatori dell’Atletico Bilbao erano tutti baschi e noi, in conformità a loro, eravamo tutti graccianesi e da un vezzo iniziale divenne quasi uno stile di vita. Tanto è vero che lo stesso campino di Gracciano lo avevamo soprannominato “il San Mames”, segno indicativo di una specificazione territoriale ben precisa.

D. Smetti con il calcio giocato nel 2000, all’incirca. Continui quale dirigente per ulteriori due / tre anni. Cosa ti ha fatto lasciare definitivamente, se è lecito saperlo?
R. Soprattutto gli impegni di lavoro e quelli derivanti dalla famiglia, sia dal lato salute che dalle attenzioni che servono per crescere una figlia e sai bene che quando i problemi superano il divertimento è proprio venuta l’ora di fare festa.

D. Rimpianti?
R. In linea di massima no. Sono stato in una società dove siamo andati sempre tutti d’accordo e tutti amici e, forse, lasciare con un buon ricordo non ha poi proprio fatto male ad una sorta di immagine.

D. Ma se ti riproponessero di tornare a dare una mano?
R. Il cuore è sempre lì e, forse in caso estremo di bisogno, prenderei in considerazione un’eventualità, però è chiaro che bisogna lasciare il posto ai giovani e non guardarsi troppo indietro per non cadere troppo nella malinconia.

D. Hai visto partite di recente?
R. Sono informato da parecchi amici con cui sono rimasto in contatto. Marco Gonnelli, in particolare, mi tiene informatissimo, ma per i motivi che ti ho detto sopra non sono andato a vedere tante partite. Tutto sommato conosco il nostro  campionato e le informazioni che mi passano mi sono sufficienti per farmene un’idea di massima.

D. Allora non ti senti in grado eventualmente di confrontare il gioco ai nostri tempi con quello di ora.
R. Anche se ne ho viste poche di partite negli ultimi tempi, posso esprimere come mia opinione che ai nostri tempi mi pare ci fosse più qualità nei singoli giocatori, anche se di livelli diversi e, soprattutto, c’era una maggior volontà di voler giocare a pallone rispetto ad una diffusa sufficienza che mi sembra di intravedere oggi.

D. Come negli anni ottanta sono tornati i play-off. Tu che sei rimasto un po’ lontano dai campi, che ne pensi?
R. Da una parte forse c’è più interesse, perché il campionato non è mai finito fino all’ultimo dell’ultima partita. Personalmente non mi garba la divisione in due  gironi del campionato. Sono una sorta di nostalgico e preferivo il vecchio campionato a girone unico a sedici squadre con vincitore chi arriva primo. E pazienza se ci si doveva sobbarcare lunghe trasferta in Val di Chiana o poco più in la. In definitiva era la novità ed il sale del campionato il continuo riciclo di almeno quatto squadre all’anno provenienti da tutta la Provincia  a formare il campionato di Eccellenza.

D. Dato che dal prossimo sabato inizieranno i play-off ed il Gracciano, per la prima volta, li affronterà, quale pensi che possa essere il cammino finale della “tua” squadra?
R. Vedendo la composizione della griglia ti dico subito che non sarà una trasferta facile (Santorotto ndr). Mi auguro che i ragazzi giochino come in questo ultimo scorcio di campionato. Le giuste motivazioni per affrontare la difficile trasferta in Val di Chiana (campi che sono sempre ostici) va proprio trovata nell’ambito da cui la società proviene: nel suo insieme, nel sentirsi tutti uniti per raggiungere uno scopo importante. Questo è il mio augurio, in bocca al lupo e Forza Gracciano!

E con questo ultimo incitamento ringrazio Marco Poli detto Cencio della sua cortese disponibilità e insieme porgiamo veramente un bel in bocca al lupo a tutte le squadre che si accingono ad affrontare i play-off 2011/2012.


Mariano Roccheyya
Marco Poli


News Sale e Pepe Pensieri del Presidente
usap asd elemac - cus siena 3-2   i miglior...
10ª GIORNATA   PADOVANI - USAP 2-0 &n...
Coppa Toscana UISP 2017/2018 – 2ª Giorn...
Campionato Eccellenza UISP 2017/2018 – 9&ord...
CAMPIGLIA - USAP ASD ELEMAC   2-3  ...
7.ma giornata Eccellenza UISP 2017/18   USA...
2017/2018   USAP ASD ELE.MAC - SANGIMIGNANO...
ASD FOMENTA FC  -  USAP ASD ELE.MAC ...
4ª GIORNATA DEL CAMPIONATO A 14 (PER MERITO D...
COPPA TERRITORIALE - PROV. DI SIENA   3°...
3ª GIORNATA ECCELLENZA SENESE UISP   U...
2ª giornata Torneo 2017/18   ASD Ancai...
1ª giornata di campionato   Usap asd E...
1° turno della Coppa Territoriale Maltraverso...
terza amichevole con Monteroni   USAP - MON...
seconda amichevole con Buonconvento   USAP ...
SI PARTE PER LA NUOVA STAGIONE prima amichevole c...
FIRENZUOLA - USAP ASD ELEMAC  2-1
30ª giornata di campionato   Usap asd ...
29ª giornata di campionato   Ancaiano&...
28ª giornata di campionato   Usap asd ...
27ª giornata di campionato   Sangimign...
26ª giornata di campionato   Usap asd ...
25ª giornata di campionato   Usap asd ...
24ª giornata di campionato   Usap asd ...
23ª giornata di campionato   Shqiperia...
22ª giornata di campionato   Usap asd ...
21ª giornata di campionato   Mobili Sa...
20ª giornata di campionato   Usap asd ...
18ª giornata di campionato   Usap asd ...
USAP - VICO 1-1   I NON VOTI   di Ve...
ANCAIANO - USAP   I NON VOTI   di Ve...
USAP ASD ELE.MAC - CAMPIGLIA 0-0   I NON VO...
usap asd ele.mac - cus siena  6-0   &n...
Shqiperia - Usap 1-2   i non voti   ...
USAP ASD ELEMAC - ASD FOMENTA FC 4-2   I NO...
MOBILI SACCHINI - USAP 1-1   I NON VOTI &n...
UOPINI - USAP   I NON VOTI   di VENC...
USAP - GRACCIANO   I NON VOTI
PADOVANI USAP   I NON VOTI   di Venc...
USAP ASD ELE,MAC - MARCIALLA CITY 1-1   I N...
VICO USAP 0-0 - I NON VOTI   istantanee, fr...
USAP - ANCAIANO  0-0   I NON VOTI &nb...
CAMPIGLIA - USAP 1-2   I NON VOTI   ...
USAP - SANGIMIGNANO   I NON VOTI   D...
IL RITORNO DI  VENCESLAO PISQUINI  ...
libertas tavarnelle - usap asd ele.mac   I ...
CUS SIENA - USAP   del 12/11/2016  ...
USAP - SHQIPERIA   I NON VOTI   di V...
Fomenta-Usap   I NON VOTI   di Balda...
Usap-Mobili Sacchni   Incapacciature, piagn...
Staggia - Usap I NON VOTI Brancolamenti, barcoll...
USAP-UOPINI I NON VOTI Impressioni, sovraimpress...
GRACCIANO-USAP I NON VOTI di Venceslao Pisquini,...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
PARLIAMONE CON.....il ricordo del "Capoccio" Ru...
PARLIAMONE CON.....Fabio Mariottini   R...
PARLIAMONE CON.....Francesco Salvi    ...
PARLIAMONE CON.....Fabiano Simi    Rub...
PARLIAMONE CON.....Lorenzo Finetti    ...
PARLIAMONE CON.....Valentina Cameli    ...
PARLIAMONE CON.....Enrico Fornai  Rubrica&nb...
PARLIAMONE CON.....Marco Poli Rubrica quindic...
PARLIAMONE CON.....Simone Viciani Rubrica qui...
PARLIAMONE CON.....Antonio Grillandini Rubric...
PARLIAMONE CON.....Alessia Bellucci Rubrica q...
PARLIAMONE CON.....Giacomo Dei Rubrica quindi...
PARLIAMONE CON.....Francesco Scarpetti Rubric...
PARLIAMONE CON.....Emilio Bruni Rubrica quind...
PARLIAMONE CON.....Franco Celetti Rubrica qui...
PARLIAMONE CON.....Riccardo Tognazzi Rubrica ...
PARLIAMONE CON.....Luciano Zazzeri Rubrica qu...
PARLIAMONE CON.....Marco Vignozzi Rubrica qui...
PARLIAMONE CON......Ivo Tortelli Rubrica quindicin...
PARLIAMONE CON......Luciano Corsi Rubrica qui...
USAP - FIANO 2 - 1Nell'ultima gara amichevole pri...
ANCHE SE ONOREVOLMENTE FINISCE LA STAGIONE DI COPP...
COPPA DI LEGA - ANDATA DEGLI OTTAVI -------------...
Gare: Ancora cinquina per l'Usap, questa volta la...
COPPA TOSCANA: USAP-LA SCALESE 0-5 Rinviata Campi...
Coppe: Sconfitte esterna di misura per Campig...
TORNANO LE COPPE: L'USAP PER PRIMA MARTEDI 23&nbs...
COPPA DI LEGA: IL CAPEZZANA OTTIENE IL LASCIPASSAR...
TORNA LA COPPA DI LEGA Ritorno degli ottavi: Usap...
COPPA DI LEGA: Asd CAPEZZANA - USAP Asd  0 - ...