Logo Usap

USAP - Unione Sportiva Amatoriale Poggibonsi

Articoli

Articoli USAP


PARLIAMONE CON.....Francesco Scarpetti
 
Rubrica quindicinale di Mariano Rocchetta

___________________________________________________________________________________________



Francesco Scarpetti: come divertirsi e ... vivere con il calcio


Francesco Scarpetti, fuoriclasse del San Rocco e responsabile dell’Ufficio Stampa e coordinatore dell’area marketing dell’Unione Sportiva Poggibonsi ci accoglie nel suo comodo ufficio presso la sede sportiva, consentendoci un ricco ed esauriente excursus nel calcio di categoria ed amatoriale, con particolare attenzione alla realtà che vive ed al campionato che affronta.

D. Tanto per rompere il ghiaccio, e ringraziandoti anticipatamente per la tua disponibilità,  come si diventa responsabile dell’Ufficio Stampa e coordinatore dell’area marketing dell’Unione Sportiva Poggibonsi?
R. Ringrazio te per lo spazio che mi dedichi nella tua rubrica. Dunque, mi laureo in Scienze delle Comunicazioni all’Università di Siena nel 2005 e subito mi cimento in un periodo di prova presso l’A. C. Siena nel 2005/2006 (Presidente De Luca ed allenatori della prima squadra De Canio e poi Beretta) che mi è utile per conseguire un Master di perfezionamento sempre all’Università di Siena, al cui termine sono assunto dalla azienda Pianigiani Rottami quale responsabile della comunicazione. Contemporaneamente seguo il settore calcio del Mazzola in qualità di responsabile della Scuola Calcio e delle pubbliche relazioni e, dato che Antonello Pianigiani (nel frattempo divenuto Presidente del Poggibonsi calcio) tiene contatti anche con il Mazzola, apprezza le mie qualità sia in ditta che nel calcio offrendomi il posto, che tutt’ora ricopro, dal luglio 2010.

D. E come inizia il giovane Francesco a giocare a calcio?
R. Come tutti i ragazzini che non cominciano da una scuola calcio vera e propria: da “autodidatta”! Io sono di Chiusdino (seppure nato a Siena) e fin da bambino ho giocato nel campino d’asfalto sottostante lo stadio comunale di Chiusdino, cimentandomi in lunghe partite interminabili con gli altri ragazzi miei amici, fino a quando non vengo “scoperto” dagli osservatori del Chiusdino che mi fanno entrare nel loro Settore Giovanile all’età di dodici anni partendo dalla categoria dei “Giovanissimi” fino a quella degli “Allievi Provinciali”.

D. Le tue prime esperienze in categoria?
R. Comincio proprio con l’ultimo anno di Allievi. Ho compiuto da non molto i sedici anni che il Chiusdino mi fa esordire in prima squadra in 3ª Categoria, stante le numerose assenze dei titolari, addirittura bagno l’esordio con un gol!

D. Ti ricordi l’esordio?
R. Certo! Giocammo contro il Sarteano (che avrebbe vinto il campionato) e pareggiammo in casa 2-2, stagione 1995/1996.

D. Poi?
R. Poi, passo al Rosia, dove gioco negli “Allievi Regionali” prima e nella “Juniores” dopo, fino all’esordio in “Promozione”, nel 1999/2000,  per un totale di 5/6 partite, allenatore Beltrami. Un ‘annata, per me dolce e amara.

D. Come mai ? Spiega.
R. Dolce perché esordisco in un campionato importante come quello di Promozione, ponendomi anche diverse aspettative per il futuro; amara poiché (è un episodio che non sanno in tanti) nell’ultima partita in cui fui schierato  da titolare provai una giocata che non riuscì molto, non fu apprezzata, e mi costò la retrocessione in panchina per il resto della stagione: tentai un gran tiro da lontano che si perse vicino alla bandierina del calcio d’angolo ed il mister non la prese tanto bene.

D. Quindi, mi dicevi, ritorni al Chiusdino….
R. Sì, “torno a casa”, in 2ª categoria dove in pratica gioco il resto della mia carriera in categoria, altalenandomi con la squadra fra promozioni e retrocessioni fra 2ª e 3ª fino a tutta la stagione 2009/2010, tranne l’anno trascorso al Monticano in 2ª nel 2003/2004.

D. Qual’era il tuo ruolo in campo?
R. Ero (beh.. lo sono tutt’ora) un trequartista classico, una mezzapunta che si adattava a fare la seconda punta, ma che preferiva giocare dietro a due punte, senza grandi compiti di copertura ed uscendo, spesso, fuori dagli schemi preordinati di gioco. Aspetto che mi ha consentito anche di realizzare un discreto numero di gol.

D., anzi 2 DD. Ti ricordi quanti goals hai fatto nel Chiusdino, visto che vi hai giocato gran parte della tua carriera FIGC? E, poi, il tempo trascorso dal tuo esordio in categoria a sedici anni ed il tuo reimpiego a diciannove, mi suggerisce che tu sia stato un giocatore importante, a livello giovanile, una presenza, vero?
R. Ti rispondo legando le due domande: complessivamente credo di aver realizzato fra i 40 ed i 50 goals nel Chiusdino in categoria, mentre nelle varie squadre giovanili, molti di più (visto che finivo spesso in doppia cifra), diciamo un’ottantina e, sì, nelle giovanili ero considerato uno dei più importanti delle varie squadre con le quali ho giocato.

D. Miglior ricordo ed il più grosso dispiacere legati alla tua carriera FIGC?
R. Per il miglior ricordo, sicuramente e tranquillamente la vittoria ottenuta in Coppa Toscana di 3ª Categoria con il Chiusdino, battendo nella finalissima l’Asta Taverne ai rigori. E, paradossalmente, si lega al peggior dispiacere che ho affrontato in carriera poiché quella vittoria arriva l’anno successivo della retrocessione dalla 2ª in 3ª dopo la sconfitta ai play-out contro la Chiantigiana nel 2005-2006.

D. Ed eccoci al 2010! Passi al San Rocco nell’amatori, come mai?
R. In realtà, anche per motivi di lavoro, non potevo più allenarmi come prima e nell’ultimo anno e mezzo mi sentivo scarico di motivazioni. Nell’estate del 2010 mi cerca telefonicamente Ferretti e mi prospetta una soluzione di gioco e divertimento che mi attira e, vuoi per il suo interesse ed entusiasmo nei miei confronti, vuoi perché in squadra vi sono molti ragazzi che conosco e di cui apprezzo le qualità, anche per averci giocato assieme in categoria, accetto l’offerta e mi calo, con tanta passione, in una realtà tutta da scoprire e valutare.

D. Vien d’uopo, allora, domandarti quale differenze hai riscontrato, in questi due ultimi anni, fra la categoria e l’amatori sul piano del gioco?
R. Ti dirò… Rispetto agli ultimi due anni giocati nel Chiusdino in 3ª, ho riscoperto il piacere vero e proprio di rigiocare a pallone! Sulla carta già mi aspettavo di trovare un buon livello di gioco conoscendo personalmente diversi dei giocatori che compongono le rose delle squadre del campionato, ma sul campo ho scoperto che il livello è ancora migliore. Non trovi squadre che fanno ostruzione, ma tutte sono improntate a cercare di vincere facendo valere le loro qualità e doti tecniche e sono quasi tutti degli scontri veramente interessanti.

D. Il San Rocco è una società che ha vinto 2 volte il campionato, in un passato abbastanza recente. Com’è l’attuale realtà che lo vede in posizioni di rincalzo?
R. Chiaramente posso parlare soltanto per i due anni in cui vi sto militando. Nella passata stagione abbiamo fatto, tutto sommato, un bel campionato rimanendo in corsa per la qualificazione ai play-off fin quasi da ultimo. La partenza ad handicap di quest’anno ci ha fatti ritornare un po’ con i piedi per terra, rendendoci consapevoli, a questo punto, che prima diventa necessario uscire nel più breve tempo possibile dalla bassa classifica (l’intervista è prima della 10ª giornata ndr), affrontando le partite, singolarmente, una dopo l’altra senza fare troppi programmi o proclami e, rimboccandoci le maniche, e sembra che stiamo proprio riprendendo la retta via.

D. Come ti trovi nel blocco di squadra del San Rocco?
R. Mi trovo benissimo! C’è un buon gruppo, affiatato, tutti protesi al raggiungimento di un obiettivo comune. Ho un ottimo rapporto con la guida tecnica e con l’allenatore in particolare. Con Meini ci conosciamo da tempo (era l’allenatore del Chiusdino nella vittoria in coppa Toscana ndr), sa quello che posso dare in campo, ed io so quello che lui pretende da me, ci intendiamo molto bene. Tutto il gruppo è totalmente a disposizione della guida tecnica e l’ambiente societario è molto coeso.

D. Attestato che giudichi molto buono il livello di gioco del campionato, che ne pensi del livello arbitrale?
R. Lo giudico pienamente sufficiente, perché cercano di rendere fluide le partite spezzettandole il meno possibile e preferendo un controllo generale delle stesse e, questo, va a vantaggio del gioco svolto in campo.

D. Ed eccoci alla domanda più ostica : qual è la tua posizione nei confronti della disputa dei play-off?
R. Partendo dal presupposto che, per me, la squadra che arriva prima in classifica deve essere quella che vince il campionato, la disputa dei play-off deve ritenersi lo spunto per raggiungere altri obiettivi, diversi, decisi preventivamente ad inizio stagione, vagliando le soluzioni più opportune.

D. Quale altro aspetto ti ha colpito di più del torneo Uisp da quando sei entrato a far parte della sua grande famiglia?
R. Sarà difficile da credere, ma vedo nel torneo Amatori una maggiore correttezza e lealtà, rispetto alla categoria. Non parlo del lato agonistico che fa parte della economia del gioco (i calci si prendono e si danno, come dappertutto nel calcio), ma di altri fattori, che esulano dal campo, e che, nel torneo Amatori, trovo meno esasperati che in categoria.

D. Da (quasi) nuovo arrivato, te la senti di rispondere ad alcune domandine secche? (annuisce sorridendo incuriosito ndr)
Ok, cominciamo: Di quelli che hai incontrato con quale giocatore vorresti giocare assieme?
R. Visto che sono attaccante, con Panti capitano dell’Usap e con Tozzi  del Monteriggioni.

D. Quello che non vorresti mai incontrare?
R. Iasparrone, ma soltanto perché siamo troppo amici e non riuscirei ad esprimere le mie doti (ride ndr).

D. Se non giocassi nel San Rocco, dove vorresti giocare?
R. Probabilmente nel Fomenta, per il tipo di gioco offensivo che hanno e perché vi sono tanti ragazzi che conosco.

D. Quale squadra affronti meglio?
R. L’Usap, perché gioca e fa giocare e, poi, perché dei tre goals che ho fatto negli Amatori, due li ho fatti a loro.

D. E quella che incontri malvolentieri?
R. Il Fomenta, per l’aggressività con cui interpretano le partite.

D. Il tuo ricordo più bello nell’amatori?
R. La rete al Monteroni lo scorso anno: tiro in diagonale di controbalzo da circa trenta metri che si insacca nell’angolino alto opposto.

D. Quello meno bello?
R. La schiacciante sconfitta a Fomenta nella 5ª giornata di quest’anno (0-3 ndr) che ci ha fatto toccare veramente il fondo e ci ha fatto capire di doverci veramente rimboccare le maniche per risalire.

D. Infine siamo arrivati all’ultima domanda, quella classica del pronostico: a poco più d’un terzo di campionato cosa pronostici o speri per la tua squadra e chi vedi avvantaggiato per la vittoria finale?
R. Il mio vuole essere un pronostico! Viste le ultime prestazioni e la classifica corta credo che centreremo la zona play-off. Per il risultato finale mi viene fin troppo facile indicare il Vico (l’ha vinte tutte finora…). Vedremo, comunque, quando saremo arrivati ai play-off chi starà meglio.


Infinite grazie per la disponibilità e cortesia a
 Francesco Scarpetti

Mariano Rocchetta


News Sale e Pepe Pensieri del Presidente
usap asd elemac - cus siena 3-2   i miglior...
10ª GIORNATA   PADOVANI - USAP 2-0 &n...
Coppa Toscana UISP 2017/2018 – 2ª Giorn...
Campionato Eccellenza UISP 2017/2018 – 9&ord...
CAMPIGLIA - USAP ASD ELEMAC   2-3  ...
7.ma giornata Eccellenza UISP 2017/18   USA...
2017/2018   USAP ASD ELE.MAC - SANGIMIGNANO...
ASD FOMENTA FC  -  USAP ASD ELE.MAC ...
4ª GIORNATA DEL CAMPIONATO A 14 (PER MERITO D...
COPPA TERRITORIALE - PROV. DI SIENA   3°...
3ª GIORNATA ECCELLENZA SENESE UISP   U...
2ª giornata Torneo 2017/18   ASD Ancai...
1ª giornata di campionato   Usap asd E...
1° turno della Coppa Territoriale Maltraverso...
terza amichevole con Monteroni   USAP - MON...
seconda amichevole con Buonconvento   USAP ...
SI PARTE PER LA NUOVA STAGIONE prima amichevole c...
FIRENZUOLA - USAP ASD ELEMAC  2-1
30ª giornata di campionato   Usap asd ...
29ª giornata di campionato   Ancaiano&...
28ª giornata di campionato   Usap asd ...
27ª giornata di campionato   Sangimign...
26ª giornata di campionato   Usap asd ...
25ª giornata di campionato   Usap asd ...
24ª giornata di campionato   Usap asd ...
23ª giornata di campionato   Shqiperia...
22ª giornata di campionato   Usap asd ...
21ª giornata di campionato   Mobili Sa...
20ª giornata di campionato   Usap asd ...
18ª giornata di campionato   Usap asd ...
USAP - VICO 1-1   I NON VOTI   di Ve...
ANCAIANO - USAP   I NON VOTI   di Ve...
USAP ASD ELE.MAC - CAMPIGLIA 0-0   I NON VO...
usap asd ele.mac - cus siena  6-0   &n...
Shqiperia - Usap 1-2   i non voti   ...
USAP ASD ELEMAC - ASD FOMENTA FC 4-2   I NO...
MOBILI SACCHINI - USAP 1-1   I NON VOTI &n...
UOPINI - USAP   I NON VOTI   di VENC...
USAP - GRACCIANO   I NON VOTI
PADOVANI USAP   I NON VOTI   di Venc...
USAP ASD ELE,MAC - MARCIALLA CITY 1-1   I N...
VICO USAP 0-0 - I NON VOTI   istantanee, fr...
USAP - ANCAIANO  0-0   I NON VOTI &nb...
CAMPIGLIA - USAP 1-2   I NON VOTI   ...
USAP - SANGIMIGNANO   I NON VOTI   D...
IL RITORNO DI  VENCESLAO PISQUINI  ...
libertas tavarnelle - usap asd ele.mac   I ...
CUS SIENA - USAP   del 12/11/2016  ...
USAP - SHQIPERIA   I NON VOTI   di V...
Fomenta-Usap   I NON VOTI   di Balda...
Usap-Mobili Sacchni   Incapacciature, piagn...
Staggia - Usap I NON VOTI Brancolamenti, barcoll...
USAP-UOPINI I NON VOTI Impressioni, sovraimpress...
GRACCIANO-USAP I NON VOTI di Venceslao Pisquini,...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
PARLIAMONE CON.....il ricordo del "Capoccio" Ru...
PARLIAMONE CON.....Fabio Mariottini   R...
PARLIAMONE CON.....Francesco Salvi    ...
PARLIAMONE CON.....Fabiano Simi    Rub...
PARLIAMONE CON.....Lorenzo Finetti    ...
PARLIAMONE CON.....Valentina Cameli    ...
PARLIAMONE CON.....Enrico Fornai  Rubrica&nb...
PARLIAMONE CON.....Marco Poli Rubrica quindic...
PARLIAMONE CON.....Simone Viciani Rubrica qui...
PARLIAMONE CON.....Antonio Grillandini Rubric...
PARLIAMONE CON.....Alessia Bellucci Rubrica q...
PARLIAMONE CON.....Giacomo Dei Rubrica quindi...
PARLIAMONE CON.....Francesco Scarpetti Rubric...
PARLIAMONE CON.....Emilio Bruni Rubrica quind...
PARLIAMONE CON.....Franco Celetti Rubrica qui...
PARLIAMONE CON.....Riccardo Tognazzi Rubrica ...
PARLIAMONE CON.....Luciano Zazzeri Rubrica qu...
PARLIAMONE CON.....Marco Vignozzi Rubrica qui...
PARLIAMONE CON......Ivo Tortelli Rubrica quindicin...
PARLIAMONE CON......Luciano Corsi Rubrica qui...
USAP - FIANO 2 - 1Nell'ultima gara amichevole pri...
ANCHE SE ONOREVOLMENTE FINISCE LA STAGIONE DI COPP...
COPPA DI LEGA - ANDATA DEGLI OTTAVI -------------...
Gare: Ancora cinquina per l'Usap, questa volta la...
COPPA TOSCANA: USAP-LA SCALESE 0-5 Rinviata Campi...
Coppe: Sconfitte esterna di misura per Campig...
TORNANO LE COPPE: L'USAP PER PRIMA MARTEDI 23&nbs...
COPPA DI LEGA: IL CAPEZZANA OTTIENE IL LASCIPASSAR...
TORNA LA COPPA DI LEGA Ritorno degli ottavi: Usap...
COPPA DI LEGA: Asd CAPEZZANA - USAP Asd  0 - ...