Logo Usap

USAP - Unione Sportiva Amatoriale Poggibonsi

Articoli

Articoli USAP


PARLIAMONE CON......Ivo Tortelli
Rubrica quindicinale
di Mariano Rocchetta

 

 

 


Ivo Tortelli in esibizione...con il Presidente




Iniziamo la nostra chiacchierata con Ivo Tortelli nella placida tranquillità del suo giardino davanti ad un bell’aperitivo di colore rosso, analcolico, in piena distensione ed armonia.
Ecco un veloce profilo calcistico e carrieristico del protagonista di questa simpatica e gioviale kermesse dialettica:

Volitiva ala destra, con gran senso del goal e discreta tecnica individuale artigianale, in una carriera amatoriale svolta quasi per intero nell’Usap (soprattutto nelle sue precedenti accezioni) se si esclude un passaggio alla Grundig, con finale in ultima battuta (battitore libero) che si stempera centellinando le presenze fino alla soglia dei 45 anni.


D. Dirigente USAP che ha percorso per intero gioie e dolori della squadra: quali sono le sostanziali differenze riscontrate fra il campo e la “scrivania” (nel tuo caso il bancone dei panini)?
R. Un abisso! Quando giocavo ero sopraffatto ed interessato a tutto il panorama emozionale che ti dà l’esser partecipe in campo delle vicissitudini della tua squadra, dalla condivisione dello spogliatoio con i compagni agli allenamenti settimanali, dall’approccio alla disputa della partita, dalle forti sensazioni che ti donano il gol, la vittoria e la sconfitta, al confronto con gli avversari, con le altre squadre, dalla gioia di vincere un campionato, alla delusione di esserci andato vicino, alla rabbia di aver fallito una stagione. Entrando a far parte della Società queste forti sensazioni, queste emozioni si trasformano in “sofferenza”. E’ uno stato d’animo che percepisci sia nei momenti belli (e sono tanti) nella sua accezione più fine e romantica, mentre in quelli meno belli ti rendi conto che non potrai più dare quell’apporto diretto alla squadra in difficoltà ed esprimi tutta la tua voglia nell’incoraggiarla, sostenerla, anche incazzandosi un po’!


D. Addirittura…
R. Eh! In certi momenti devi farti sentire per cercar di scuotere l’apatia che vedi avvolgente e, se occorre, anche litigando in tribuna….


D. Tipo rincorsa della stampella?
R. E’ stata una soluzione estrema, ma quando ci vuole…. Ci vuole! (Ride)


D. Torniamo nel binario giusto… Come giudichi l’attività calcistica che osservi da fuori rispetto a quella che hai vissuto in campo?
R. L’evoluzione del calcio amatoriale non si discosta poi così tanto da quella “dell’altro calcio”. Le azioni si sono velocizzate e se, ai nostri tempi, veniva concesso un maggior tempo o respiro per organizzare il gioco, adesso questo spazio viene ampiamente ridotto dal parossismo agonistico attuale. Oggi se la palla ti rimane troppo fra i piedi vieni aggredito da più parti e se non sei lesto a liberartene avvantaggi l’intervento degli avversari. Le rose stesse delle squadre sono uno specchio importante delle differenze fra le generazioni: prima erano alquanto ridotte e si potevano rammentare a memoria gli undici titolari e che difficilmente si infortunavano….


D. Perché? Chiarisci il concetto…
R. Infortunarsi (e dichiararlo) voleva dire perdere il posto in squadra a vantaggio del tuo sostituto e, allora, non esistevano i piccoli infortuni, tutti stavano zitti e giocavano. O ti rompevi un gamba o un ginocchio, sennò col cazzo che si usciva di squadra… (ride) Adesso quasi tutte le squadre hanno un’ampia rosa da cui attingere per poter affrontare nel migliore dei modi tutte le tipologie di partite cui vanno incontro, cambiando formazioni a seconda della miglior condizione dei giocatori o moduli di gioco che più si confanno a determinate partite.


D. Ma non era rischioso contare solo sugli undici e poco più?
R. Devi tener conto che negli anni settanta ed ottanta le partite erano decisamente meno. Affrontavi un primo girone di qualificazione di sei o sette squadre (dieci / docici partite ndr.) e continuava a giocare chi passava il turno per un ulteriore girone di quattro squadre (altre sei partite) e poi semifinale e finali (a volte anche i quarti).


D. In definitiva chi vinceva il torneo arrivava a giocare si e no una ventina di partite, mentre le altre?
R. Le altre smettevano ad eliminazione conseguita e mi sembra chiaro perché non vi erano poi così tanti giocatori nelle rose.


D. E rispetto ad oggi in quali delle componenti riscontri le differenze più smaccate?
R. Analizzando le varie componenti c’è da dire che nei giocatori già la rosa ampia è un bel distinguo e, poi, sicuramente, la validità dei giocatori che “scendono” nell’Amatori. Una volta anche la 3ª categoria era considerata un traguardo molto più ambito di qualsiasi torneo amatori, adesso vediamo giocare ragazzi di uno spessore tecnico inimmaginabile per i miei tempi e non uno o due, ma un bel mucchio.
Per quanto riguarda gli allenatori soprattutto la miglior preparazione dal punto di vista tattico degli attuali rispetto ai “vecchi” ed una miglior propensione a gestire le risorse tecniche messe a disposizione dai dirigenti che, dal canto loro, sono attualmente molto più in grado di attrezzare una squadra sia sul piano economico-finanziario, che logistico (strutture sportive, abbigliamento, attrezzature per gli allenamenti, ecc.), che organizzativo; sono pochissime le società che attualmente lasciano al caso lo svolgimento delle proprie attività.


D. Sul piano dell’impiantistica?
R. E’ sicuramente cambiato molto poiché non ci sono più i campetti “mitici” d’un tempo, penso al “San Prospero” a “Geggiano” al primo “Isola d’Arbia” dove potevi realizzare gol da centrocampo ed era un’avventura anche il semplice utilizzo degli spogliatoi. Quando lo racconti ai ragazzi di oggi ti guardano stupiti, come se scendessi da un altro pianeta (ed in effetti lo era). Da questo punto di vista il miglioramento è veramente palpabile con mano (ed è un bene per tutto il movimento, aldilà delle difficoltà burocratiche); sono rimasti veramenti in pochi i campini ridotti.


D. Poi c’è internet….
R. L’avvento di internet ha trasformato tutto l’ambiente calcistico amatoriale (e non solo) avvicinando e facendo conoscere anche tutte quelle realtà che, una volta, manco sapevi che esistessero. Adesso sai (quasi) tutto di tutti ed ogni piccolo segreto calcistico viene svelato nel giro di pochi giorni.


D. Cosa che piace poco agli arbitri cha paiono non tenere il passo con i tempi che cambiano. Cosa vedi di diverso rispetto al tuo passato?
R. Gli arbitri sono sicuramente la componente più importante di questo nostro mondo amatoriale (anche solo per l’organizzazione e la gestione dei campionati) e anche se risultano al centro di voci più o meno favorevoli vedo che cercano, comunque, di tenere il passo con i cambiamenti anche in presenza di difficoltà che sono facilmente superabili. Rispetto al passato si sono velocizzati, modernizzati e migliorati tecnicamente, non esiste più (o quasi) l’arbitro di centrocampo e, anche se sbagliano, rimane innegabile in tutti la buona fede.


D. Domandona finale, per l’inizio del campionato, cosa ti aguri per l’Usap, dopo una prima giornata infelice, e per il movimento in generale per il 2011-2012?
R. Parto dal quadro generale augurando un torneo completamente privo di polemiche e giocato al massimo delle possibilità da tutte le squadre . Mi auguro che l’Usap abbia un ruolo importante ma improntato al massimo divertimento e coinvolgimento di tutte le componenti e questo sarà possiile  se tutti insieme, giocatori, tecnici, dirigenti, avremo la capacità di assorbire con serenità anche le giornate storte come quella di sabato scorso.  A mio avviso le qualità e capacità ci sono e se ce la faremo a marcarne ancor di più la caratterizzazione .... ce la faremo!


Siamo ai saluti, per tutti.

Ivo Tortelli
Mariano Rocchetta


News Sale e Pepe Pensieri del Presidente
usap asd elemac - cus siena 3-2   i miglior...
10ª GIORNATA   PADOVANI - USAP 2-0 &n...
Coppa Toscana UISP 2017/2018 – 2ª Giorn...
Campionato Eccellenza UISP 2017/2018 – 9&ord...
CAMPIGLIA - USAP ASD ELEMAC   2-3  ...
7.ma giornata Eccellenza UISP 2017/18   USA...
2017/2018   USAP ASD ELE.MAC - SANGIMIGNANO...
ASD FOMENTA FC  -  USAP ASD ELE.MAC ...
4ª GIORNATA DEL CAMPIONATO A 14 (PER MERITO D...
COPPA TERRITORIALE - PROV. DI SIENA   3°...
3ª GIORNATA ECCELLENZA SENESE UISP   U...
2ª giornata Torneo 2017/18   ASD Ancai...
1ª giornata di campionato   Usap asd E...
1° turno della Coppa Territoriale Maltraverso...
terza amichevole con Monteroni   USAP - MON...
seconda amichevole con Buonconvento   USAP ...
SI PARTE PER LA NUOVA STAGIONE prima amichevole c...
FIRENZUOLA - USAP ASD ELEMAC  2-1
30ª giornata di campionato   Usap asd ...
29ª giornata di campionato   Ancaiano&...
28ª giornata di campionato   Usap asd ...
27ª giornata di campionato   Sangimign...
26ª giornata di campionato   Usap asd ...
25ª giornata di campionato   Usap asd ...
24ª giornata di campionato   Usap asd ...
23ª giornata di campionato   Shqiperia...
22ª giornata di campionato   Usap asd ...
21ª giornata di campionato   Mobili Sa...
20ª giornata di campionato   Usap asd ...
18ª giornata di campionato   Usap asd ...
USAP - VICO 1-1   I NON VOTI   di Ve...
ANCAIANO - USAP   I NON VOTI   di Ve...
USAP ASD ELE.MAC - CAMPIGLIA 0-0   I NON VO...
usap asd ele.mac - cus siena  6-0   &n...
Shqiperia - Usap 1-2   i non voti   ...
USAP ASD ELEMAC - ASD FOMENTA FC 4-2   I NO...
MOBILI SACCHINI - USAP 1-1   I NON VOTI &n...
UOPINI - USAP   I NON VOTI   di VENC...
USAP - GRACCIANO   I NON VOTI
PADOVANI USAP   I NON VOTI   di Venc...
USAP ASD ELE,MAC - MARCIALLA CITY 1-1   I N...
VICO USAP 0-0 - I NON VOTI   istantanee, fr...
USAP - ANCAIANO  0-0   I NON VOTI &nb...
CAMPIGLIA - USAP 1-2   I NON VOTI   ...
USAP - SANGIMIGNANO   I NON VOTI   D...
IL RITORNO DI  VENCESLAO PISQUINI  ...
libertas tavarnelle - usap asd ele.mac   I ...
CUS SIENA - USAP   del 12/11/2016  ...
USAP - SHQIPERIA   I NON VOTI   di V...
Fomenta-Usap   I NON VOTI   di Balda...
Usap-Mobili Sacchni   Incapacciature, piagn...
Staggia - Usap I NON VOTI Brancolamenti, barcoll...
USAP-UOPINI I NON VOTI Impressioni, sovraimpress...
GRACCIANO-USAP I NON VOTI di Venceslao Pisquini,...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
PARLIAMONE CON.....il ricordo del "Capoccio" Ru...
PARLIAMONE CON.....Fabio Mariottini   R...
PARLIAMONE CON.....Francesco Salvi    ...
PARLIAMONE CON.....Fabiano Simi    Rub...
PARLIAMONE CON.....Lorenzo Finetti    ...
PARLIAMONE CON.....Valentina Cameli    ...
PARLIAMONE CON.....Enrico Fornai  Rubrica&nb...
PARLIAMONE CON.....Marco Poli Rubrica quindic...
PARLIAMONE CON.....Simone Viciani Rubrica qui...
PARLIAMONE CON.....Antonio Grillandini Rubric...
PARLIAMONE CON.....Alessia Bellucci Rubrica q...
PARLIAMONE CON.....Giacomo Dei Rubrica quindi...
PARLIAMONE CON.....Francesco Scarpetti Rubric...
PARLIAMONE CON.....Emilio Bruni Rubrica quind...
PARLIAMONE CON.....Franco Celetti Rubrica qui...
PARLIAMONE CON.....Riccardo Tognazzi Rubrica ...
PARLIAMONE CON.....Luciano Zazzeri Rubrica qu...
PARLIAMONE CON.....Marco Vignozzi Rubrica qui...
PARLIAMONE CON......Ivo Tortelli Rubrica quindicin...
PARLIAMONE CON......Luciano Corsi Rubrica qui...
USAP - FIANO 2 - 1Nell'ultima gara amichevole pri...
ANCHE SE ONOREVOLMENTE FINISCE LA STAGIONE DI COPP...
COPPA DI LEGA - ANDATA DEGLI OTTAVI -------------...
Gare: Ancora cinquina per l'Usap, questa volta la...
COPPA TOSCANA: USAP-LA SCALESE 0-5 Rinviata Campi...
Coppe: Sconfitte esterna di misura per Campig...
TORNANO LE COPPE: L'USAP PER PRIMA MARTEDI 23&nbs...
COPPA DI LEGA: IL CAPEZZANA OTTIENE IL LASCIPASSAR...
TORNA LA COPPA DI LEGA Ritorno degli ottavi: Usap...
COPPA DI LEGA: Asd CAPEZZANA - USAP Asd  0 - ...