Logo Usap

USAP - Unione Sportiva Amatoriale Poggibonsi

 Seguici su Instagram  /  

Articoli

Articoli USAP


16ª giornata –Campionato Nazionale C11 22/23 Fase 1 Uisp Siena

SAN QUIRICO - USAP asd TOSCANA LAMIERE 1-3  (0-2)

 

 

San Quirico d’Orcia, 30/1/2023

 

San Quirico: Melani, Bardi, Di Donato (75’ Innocenti); Giannelli (62’ Maramai), Sim. Bernetti, Salvato; Genovese, Ravagni (41’ Bensi), Sil. Bernetti, Maltese, D’Aniello (41’ Di Cristina).

A disposizione: Bonucci, Volpi.

All. Brandini.

USAP: Pertici, Gambelli (69’ Pratelli), F. Rocchi (64’ S. Rocchi); Mona (80’ Sanguigni), Roselli, Casini; Fontani (60’ Ibou Sene), Angiolini, Boldrini (77’ Mancini), Ceerasa, Spedale (75’ Correale).

A disposizione: Batoni, Natale, Kamel.

All. Bisignano.

Arbitro: Sig. Foglianese di Montepulciano Stazione

Reti: 27’ e 38’ Boldrini (U), 51’ Maltese (SQ), 80+4’ Cerasa (U).

Ammoniti: perso il conto.

Note: Spettatori circa 50 (28 sugli spalti, gli altri in tribuna V.I.P.). Serata non fredda, terreno di gioco allentato nella zona centrale causa forte ghiacciata mattutina e sgambatina di allenamento nel pomeriggio mentre le fasce laterali sono verdeggianti ed ammiccanti.

Vince l’Usap Toscana Lamiere la prima difficile trasferta del girone di ritorno, vittoria che le consente di accorciare il distacco sul secondo posto del Gracciano e di rinviare l’aggancio operato dallo Staggia.

Ma, aldilà della pienezza del risultato, non è stata una vittoria semplice poiché il San Quirico ha tenuto botta per buoni tre quarti di partita, rendendosi altamente pericoloso (e 4 legni ne sono la prova) cedendo soltanto nella seconda parte del primo tempo, laddove l’Usap si è appropriata di risultato e partita conservandola tenacemente fino all’ultimo minuto di recupero della ripresa, dove è arrivato il liberatorio terzo goal.

La cronaca parla di una partenza sprint del San Quirico che sottomette l’Usap sia sul piano agonistico che su quello puramente tecnico.

Al 5’ i locali potrebbero anche andare in vantaggio se non vedessero la legnata di Silvio Bernetti leggermente deviata da Pertici di quel tanto da farla stampare contro la parte inferiore della traversa per ricadere in perpendicolare al di qua di un buon metro prima del rinvio difensivo.

Al 10’ Maltese, ben servito al limite dell’area, si gira repentinamente e lascia partire un preciso diagonale che costringe Pertici alla deviazione in angolo in tuffo sulla sua destra.

All’11’ l’Usap scende dal pullman allorché Angiolini, conquistando un buon pallone a centrocampo, fa correre Spedale lungo la fascia destra per effettuare un cross che Boldrini destina oltre la traversa da centro area.

Ma è sempre il San Quirico che dirige le operazioni della partita. Al 12’ fugge Bernetti sul filo del fuorigioco cercando il compagno sull’esterno sinistro, ma il passaggio è troppo profondo e l’azione sfuma sul trafelato recupero di un difensore.

Al 25’ è ancora Maltese che, liberissimo di muoversi fronte centrale alla porta, scaglia un velenosissimo diagonale sul quale Pertici supera alcune difficoltà intrinseche per deviarlo in angolo.

Sulla battuta del corner vi è, forse, l’occasione più ghiotta per il San Quirico con la palla che, calciata a colpo sicuro, incoccia il palo e se ne fugge fuori dall’area.

Improvvisamente, tal fulmine a ciel sereno, dalle difficoltà dell’Usap si accende la luce Boldrini che dà una lustratina al suo antico nickname “shaken horse” lasciando per strada l’avversario sulla fuga in fascia sinistra per operare un cross, ma anche un tiro vedendo la posizione avanzata di Melani, verso la porta avversaria superando il portiere ed insaccando sul sette opposto.

E’ il vantaggio dell’Usap, diviene una bella mazzata per il San Quirico che vede crollare tutto il castello fin qui giocato per una fortunosa estemporaneità dell’avversaria.

L’Usap, dunque, si appropria di centrocampo e partita e aspetta soltanto che i locali si scoprano pe colpirli sul vivo.

Cosa che può accadere al 36’ allorché Mona lancia in profondità Spedale che non si accorge della posizione a centro area di Melani per pallonettarlo, proseguendo l’azione con un tiro che viene sporcato dal difensore in rientro.

Ma non gli sfugge al 38’ quando Angiolini coglie impreparato lo schieramento difensivo del San Quirico battendo velocemente una punizione per Spedale sulla destra, immediato il suo centro per l’accorrente Boldrini che fulmina in volée difensore e Melani.

Sembrerebbe il classico colpo da k.o., invece, il San Quirico si riversa nella metàcampo avversaria generando, nel finale di tempo, ben due occasioni per rimettersi in corsa. Prima Maltese, forse il migliore dei suoi, aggeggia sulla destra fino a scoccare un forte tiro cross a mezz’altezza che si stampa sul palo vicino, ben protetto, comunaque, da Pertici. Poi una punizione dello specialista “Bolla” sdraia la barriera usappina, ma non la perfora.

Fischio di riposo ben accetto, in particolare, dall’Usap.

La ripresa riprende con due novità nelle file locali, in particolare, l’innesto di Bensi (fuori da un bel po’ di tempo), che dà al dispositivo centrale del San Quirico esperienza e tanto gnegnero.

L’egemonia della partita è di nuovo per i locali che, progressivamente schiacciano l’Usap nei propri venticinque metri; non creano evidenti difficoltà, ma sono continuamente sul pezzo, in pressione ossessiva sull’avversario condensandogli il ragionamento e conquistando facilmente il pallone in uscita.

Soltanto una punizione poco più che dal limite, originata da un chiocco di Boldrini alla punta avversaria nel tentativo di rubargli palla che hanno sentito fin nel centro di San Quirico nonostante la protestata innocenza, può essere il fattore stabilizzante in favore dei locali, ma la conclusione dello specialista, che perfora la barriera, viene respinta dai petti esposti della seconda fila di copertura rimandando l’esecuzione a tempi migliori.

L’Usap sa che deve resistere aspettando lo sfogo per i primi quindici minuti per poi prendere economicamente possesso del gioco attenuando il giogo avversario.

Non vi riesce poiché al 51’ l’esperto Bensi va a conquistarsi una punizione una decina di metri fuori area sul fronte sinistro su cui Salvato è in procinto di concludere, il tiro supera la barriera, è angolato, ma non forte e Pertici ci arriva in tuffo rinviando centralmente, sulla ribattuta è più lesto Maltese (e chi sennò?) che spara un forte sinistro che va ad afflosciarsi proprio in quell’angolo da cui era stato prima salvato superando ben tre uomini in bianco in opposizione e Pertici che non più vedere la conclusione perché coperto proprio dai suoi difensori.

Eccola qui la valvola di sfogo che il San Quirico anelava a piene mani per ritrovare rinnovate energie per schiacciare l’Usap nella sua area, laddove svetta per continuità, coerenza e coraggio (co.co.co.) la coppia centrale Roselli/Casini,  alla ricerca di un pareggio che non può essere più un miraggio.

Poco dopo i locali protestano vibrantemente per un probabile rigore entro i limiti dell’area fra Bernetti e Casini che si accartocciano su loro stessi, ma l’arbitro, con una visuale dritta è ben aperta non è dello stesso parere.

Tuttavia l’episodio serve al San Quirico per compattarsi maggiormante nelle valvole di sfogo e aumentare pressione e giri del motore alimentando incessantemente lo sforzo per cogliere il meritato fine.

Al 57’ sul cross in piena area si origina una mezza confusione nella quale i tiri verso la porta incocciano gli stinchi dei difensori e i rilanci di rinvio quelli degli attaccanti, fino all’epilogo episodico che vede la palla sgusciare fra le gambe di Pertici e finire in angolo a pochi centimetri dal palo. Sul corner si eleva la testa di Bernetti che colpisce rotondamente la palla, ma la destina fuori di un buon metro.

Al 59’ l’ultima, vera, grande occasione per il San Quirico per impattare l’incontro: palla crossata radente in area dalla sinistra che sfila, quasi, intonsa, sul fronte opposto dove la raccoglie Genovese per un diagonale che è imprendibile per Pertici, ma che lambisce l’angolo incocciando sul palo opposto finendo fuori.

Quindi Bisignano vede bene di interrompere l’incessante forcing degli avversari cominciando una serie di cambi che distanziano le azioni del San Quirico che già stava cominciando ad accusare lo sforzo operato per mantenerlo.

I bollenti spiriti dei locali si smorzano e, nel contempo, il match si fa’ più cattivo. E’ bravo in questo contesto il Sig. Foglianese ad intervenire energicamente soffocando sul nascere eventuali focolai di pericolosa escalation. A fallo intenzionale o a protesta pretestuosa corrisponde il cartellino giallo, in un novero di provvedimenti che diviene quasi un miracolo non vederne corrispondere un secondo per l’eventuale espulsione.  

In questo clima di accorato agone sportivo ne esce prepotentemente l’Usap che si riaffaccia dalle parti di Melani costringendolo ad una ribattuta di piede in angolo sulla velenosa punizione rasoterra battuta da Angiolini al 73’. E sulla battuta d’angolo si origina un furioso batti e ribatti sulla cui conclusione finale Spedale vede il suo tiro a porta vuota rilevato di dentro (sulla linea) da un difensore, come Hermansson su Criscito.

Sono cinque i minuti di recupero ordinati da Foglianese al culmine di una vera e propria battaglia che si opera, adesso, nella conquista metro per metro del terreno di gioco soltanto per avvicinarsi alla porta avversaria.

L’Usap, alfine, risolve tutti i suoi problemi esistenziali al 4’ di recupero allorchè Pippo Cerasa offre garanzia a Correale e seguire l’azione per ricevere il più lungo dei triangoli segnando il terzo e finale punto della partita sul sottilissimo filo del fuorigioco.

Per Foglianese è tutto a posto e con l’assegnazione del goal, in pratica, sancisce la fine di un grandissimo match, un minuto dopo.

Sconforto nelle fila del San Quirico, ma anche consapevolezza di aver offerto una prestazione ottimale inficiata anche da un quantitativo di sfortuna che non ha fatto protendere il risultato in suo favore. Sulla sponda Usap soddisfazione per l’ennesimo successo di fila ottenuto con caparbietà e concentrazione che funge da ottimistico viatico per gli incontri futuri che la vedranno impegnata con le prime della clasifica.

Mariano Rocchetta

 

 

 


News Sale e Pepe Pensieri del Presidente
3a giornata di ritorno - Campionato Provinciale Ui...
2a giornata di ritorno - Campionato Provinciale Ui...
8a giornata di andata - Campionato Provinciale Uis...
1ª giornata –Campionato Provinciale UIS...
5ª giornata –Coppa Provinciale UISP C11...
4ª giornata –Coppa Provinciale UISP C11...
16ª giornata –Campionato Nazionale C11 ...
15ª giornata –Campionato Nazionale C11 ...
1ª giornata – Campionato Nazionale C11 ...
Trofeo "Giorgio Fornai". Sabato a Castellina Scalo...
Buone Vacanze...         &nbs...
1 settembre 2020
COMUNICAZIONE DELLA LEGA CALCIO UISP di SIENA
Campionato Eccellenza UISP 2019/2020– 23&ord...
Campionato Eccellenza UISP 2019/2020– 22&ord...
Ciao Dario
Campionato Eccellenza UISP 2019/2020– 19&ord...
Campionato Eccellenza UISP 2019/2020 - 18ª gi...
Campionato Eccellenza Uisp 2019-20 – 17ª...
Campionato Eccellenza UISP 2019/2020 - 16ª gi...
Campionato Provinciale UISP 2019/2020 – 14&o...
Campionato 2019/2020 – 13ª giornata &n...
Campionato Provinciale UISP 2019/2020 – 12&o...
Campionato Eccellenza UISP 2019/2020 – 11&or...
Campionato Eccellenza UISP 2019/2020 – 10&or...
Campionato Eccellenza UISP 2019/2020– 9ª...
Campionato Provinciale UISP 2019/2020 – 8&or...
Campionato Eccellenza UISP 2019/2020– 7ª...
COPPA TOSCANA 2019-2020 : 2° GIORNATA
USAP ASD ELEMAC - G. S. PIEVESCOLA 1-3 (1-1)
USAP - VICO 1-1   I NON VOTI   di Ve...
ANCAIANO - USAP   I NON VOTI   di Ve...
USAP ASD ELE.MAC - CAMPIGLIA 0-0   I NON VO...
usap asd ele.mac - cus siena  6-0   &n...
Shqiperia - Usap 1-2   i non voti   ...
USAP ASD ELEMAC - ASD FOMENTA FC 4-2   I NO...
MOBILI SACCHINI - USAP 1-1   I NON VOTI &n...
UOPINI - USAP   I NON VOTI   di VENC...
USAP - GRACCIANO   I NON VOTI
PADOVANI USAP   I NON VOTI   di Venc...
USAP ASD ELE,MAC - MARCIALLA CITY 1-1   I N...
VICO USAP 0-0 - I NON VOTI   istantanee, fr...
USAP - ANCAIANO  0-0   I NON VOTI &nb...
CAMPIGLIA - USAP 1-2   I NON VOTI   ...
USAP - SANGIMIGNANO   I NON VOTI   D...
IL RITORNO DI  VENCESLAO PISQUINI  ...
libertas tavarnelle - usap asd ele.mac   I ...
CUS SIENA - USAP   del 12/11/2016  ...
USAP - SHQIPERIA   I NON VOTI   di V...
Fomenta-Usap   I NON VOTI   di Balda...
Usap-Mobili Sacchni   Incapacciature, piagn...
Staggia - Usap I NON VOTI Brancolamenti, barcoll...
USAP-UOPINI I NON VOTI Impressioni, sovraimpress...
GRACCIANO-USAP I NON VOTI di Venceslao Pisquini,...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...