Logo Usap

USAP - Unione Sportiva Amatoriale Poggibonsi

Articoli

Articoli USAP


PARLIAMONE CON.....Fabio Mariottini 

 Rubrica periodica di Mariano Rocchetta


 

 

Fabio Mariottini, il superbomber "dell'altra" Eccellenza

 

 

Superato poco più di un terzo del campionato ci accingiamo ad incontrare, per questo nostro settimo appuntamento con i personaggi che hanno tracciato e tracciano un solco importante nel mondo calcistico Uisp della nostra Provincia, uno dei rappresentanti più significativi, per non dire esclusivamente importanti, dei nostri campionati e con lui, in particolare, ci addentriamo a conoscere  e delineare i contorni del Girone B del massimo torneo provinciale, oltrechè la figura del calciatore e dell’uomo che ci ha così gentilmente concesso la propria disponibilità a questo incontro.  Naturalmente non stiamo parlando di un personaggio qualsiasi, ma del bomber per antonomasia, un attaccante che molte squadre vorrebbero contare nelle proprie fila, una punta il cui gioco è sì finalizzato alla concretizzazione delle azioni della squadra (e ci riesce alla grande), ma che tende sovente a dialogare con i compagni nel non dare precisi punti di riferimento e proporre quelle diverse soluzioni, le più adatte, al compimento degli obiettivi di squadra: stiamo parlando di Fabio Mariottini – classe 1975 – bomber del Rigomagno, che ringraziamo per la sua cortese collaborazione.

 

D - Bene Fabio, iniziamo con il farti conoscere meglio: quando e come inizi a giocare a pallone?
R.- Praticamente inizio all’età di 6 anni (pulcini) nella squadra del mio paese.

 

D. – Quali sono le tue prime squadre giovanili?
R.- Quella del mio paese d’origine, A.S. Clitunno in provincia di Perugia.

 

D. – Sei già una punta o lo diventi strada facendo?
R.- Lo sono diventato strada facendo giocando prima in quasi tutti i reparti, solo in età adulta il mio ruolo è stato prevalentemente quello di attaccante.

 

D. – Quindi entri nel “grande giro” delle categorie: in breve la tua carriera in FIGC, i successi (e le delusioni)?
R. Ho avuto la grande soddisfazione perché all’età di sedici anni esordivo in eccellenza Figc poi però la delusione è stata quella di dover lasciare, dopo aver fatto il militare, il calcio Figc almeno a quei livelli per motivi di lavoro. Infatti, riuscivo a praticare campionati tra 1ª-2ª categoria sempre e soltanto compatibilmente agli impegni di lavoro.

 

D. Hai qualche momento che ti ricordi più o meno volentieri o che ha lasciato un segno importante sulla tua formazione di calciatore (evento, compagni, mister ad esempio)?
R. Non ci sono stati momenti o eventi isolati che in particolare mi sono rimasti impressi, bensì mantengo immensi ricordi fin da quando ho iniziato i primi calci, le prime emozioni e gioie, a oggi, immagazzinando nel tempo traguardi e grandi soddisfazioni indimenticabili. Il calcio nel tempo mi ha dato il piacere di stare insieme a tante persone, giocatori, allenatori, dirigenti. Semmai ora ho l’amara consapevolezza di dover, per vari motivi, età e famiglia, lasciare, almeno da giocatore un mondo che mi ha regalato tanti momenti di gioia..

 

D. – Quando entri nell’ambiente Uisp e, soprattutto, come e perchè?
R. – Nel 2007, perché, sempre per motivi di lavoro, non potevo assolvere adeguatamente gli impegni che richiedevano le squadre della Figc e, quindi, mi sono presentato per  giocare alla Polisportiva RIGOMAGNO, che si trova a pochi km. dal luogo dove lavoro.

 

D. – Denoti una differenza sostanziale fra il campionato FIGC e quello UISP?
R – Certamente sì, anche se anno dopo anno secondo me il livello della Figc tende a calare, mentre quello della Uisp a crescere.

 

D – All’inizio del campionato 2008/2009 il torneo si scinde in due gironi distinti per zone provinciali. Qual’è o qual è stato il tuo pensiero a proposito?
R – Penso che sia una decisione fatta dalla federazione in base a criteri e valutazioni a loro ritenuti giusti in virtù, credo, di un notevole numero di squadre.

 

D – Con questa domanda so benissimo che peccherò di autoflagellazione riaprendo una ferita rimarginata. Della storica prima finalissima a Siena del 2009 noi (io in particolare) abbiamo una versione tendenziosamente di parte; mi sembra giusto, pertanto, proporre anche la versione di chi ha poi vinto: quali sono state le vostre sensazioni prima, durante e dopo quella partita?
R – Mah, le sensazioni sono state tante soprattutto prima perché il Rigomagno era ritenuto da tutti sfavorito, quindi a parte questo, si aveva il grande desiderio di disputare una finale in uno stadio da serie A e, contemporaneamente, il timore di disputare una gara contro una squadra superiore a noi e di fare una figuraccia; nella fase durante si assaporò il profumo della vittoria ai primi minuti quando la nostra squadra riusciva a passare in vantaggio per poi rimanerci fino alla fine; per quanto riguarda il dopo credo che non serve che dettagli come potevano essere le nostre sensazioni.

 

D. Successivamente (due anni dopo) viene cambiata la formula d’accesso alla finalissima con l’istituzione dei play-off allargati fino alla quinta posizione in classifica. Qual’è il tuo pensiero? Ricalca quello del movimento del Girone B?
R –Secondo me, con la nuova formula, si dà più stimolo alle squadre che, fino al 5° posto, potrebbero ambire ad arrivare alla finale.

 

D – Ma detto fuori dai denti: veramente, secondo te, il Girone B è (o deve essere) così inferiore al Girone A?
R – Sinceramente non lo so, certo che qualche società del girone “A” è più organizzata e più attrezzata e pagando anche qualche giocatore sicuramente fa alzare, almeno sulla carta, il livello.

 

D. Cosa pensi della continua richiesta da quest’altra parte del campionato di un ritorno ad un girone unico che premi come vincitrice la squadra che arriva prima? Personalmente sei favorevole o contrario ai play-off (domanda doverosa visto il quasi plebiscito proveniente dal Girone A)?
R – Sarei comunque favorevole perché sarebbe un girone con squadre più forti e un livello superiore, con tutti i pro e i contro che accennavo prima.

 

D – Come anche nel recente passato la classifica del campionato è molto corta e vige un equilibrio elevato al massimo. E’ troppo presto per stilare una papabile griglia d’arrivo per i play-off? Quali sono le tue favorite?
R – Si è ancora presto però conoscendo ormai le squadre posso sbilanciarmi e dire che noi potremmo essere favoriti per vincere il campionato con una griglia play-off composta da: Buonconvento, Torrenieri, Santorotto, Avis.

 

D – Quali sono le ambizioni finali del Rigomagno ?
R – Come sempre, di fare un campionato di vertice.

 

D – Qual è il tuo rapporto con l’ambiente del Rigomagno, guida tecnica, dirigenti e compagni di squadra?
R – Ottimo direi, ho rifiutato in queste cinque stagioni chiamate da parte di società di categoria Figc.

 

D – Ci sono tutte le basi tecniche e agonistiche nella rosa della squadra per raggiungere tali obiettivi?
R – Direi di si, altrimenti attualmente non ci troveremmo al 1° posto della classifica, certo che le cose da migliorare ci sarebbero.

 

D – Quali sono gli elementi da considerare più forti nelle squadre che hai indicato fra le favorite?
R – Un insieme di cose che vanno da ogni singolo giocatore che può fare la differenza, al gioco di squadra espresso e dall’organico più o meno numeroso.

 

D – Come giudichi il livello del gioco espresso dalle squadre che partecipano al campionato?
R – Più o meno buono… ci sono le squadre di vertice, compreso noi, che esprimono un buon calcio anche se a volte improvvisato.

 

D – Come valuti il livello arbitrale? C’è veramente bisogno di “nuova linfa” fra le giacchette nere Uisp come auspicato da più parti?
R – Diciamo che anche qui ci sono arbitri e arbitri… Più bravi che fanno livello, meno bravi che non fanno livello. Sicuramente il loro è un ruolo delicato nel nostro girone e a volte, mi dispiace dirlo, sono loro a voler essere protagonisti della partita… a parte questo non ci sono da parte mia particolari situazioni contro gli arbitri.

 

D – Domanda “imbarazzante”, hai mai avuto il desiderio di giocare per una squadra amatoriale dell’altro campionato o, comunque, di volerci provare?
R –  No perché mi rimarrebbe scomodo e sacrificante praticare adeguatamente l’attività.

 

D – Riesci a conciliare bene la tua vita affettiva e/o lavorativa con la passione del calcio?
R – Da quest’anno, sono sposato e babbo di una splendida bambina, ma la passione per il calcio è ancora molta e cerco almeno di far conciliare l’una all’altra. 

 

D – Il ricordo che custodisci più gelosamente credo (chiaramente) sia il giorno della vittoria della finale del 2009 (con tuo goal ndr), ce n’è un altro e qual’è il momento che avresti voluto evitare?
R – Confermo felicemente che sia quello il ricordo che custodirò per sempre.


D – Hai mai segnato tutti i goals realizzati? Potresti dirmi quanti sono complessivamente?
R – Non li ho segnati, ma prendendo nota dai vari bollettini UISP e vari siti di squadre, da un calcolo ufficioso da quando sono con il Rigomagno (5 stagioni con questa), ho realizzato circa 90 reti, più credo almeno altre 100  reti in passato….

 

 

D – Hai mai pensato o voluto giocare in un ruolo diverso?
R – No è il ruolo credo che più mi piace.

 

D – Al termine del tuo ruolo di giocatore cosa farai? Opzioni: a) dirigente; b) allenatore; c) smetti e ogni tanto vai a vedere qualche partita; d) ?
R - Sogno nel cassetto: fare l’allenatore.

 

D – Siamo ai saluti finali e soprattutto agli auguri dato che siamo vicini alle feste natalizie. Un grande in bocca in lupo per chi?  L’augurio da fare che ti preme più di tutti?
R. – Ricambio di cuore gli auguri e grazie per avermi permesso di esprimere le mie considerazioni, esprimo i miei più cari auguri a mia moglie Sara e mia figlia Gioia nonché ai miei genitori e a mio fratello.


Bene, con questo augurio finale dal sapore familiare abbiamo concluso, ringrazio nuovamente Fabio per la sua cortese disponibilità ed insieme allarghiamo questi auguri a tutti gli appassionati del nostro mondo calcistico amatoriale, che si possa passare tutte le feste nel migliore dei modi possibile.

 

         Mariano Rocchetta
         Fabio Mariottini


News Sale e Pepe Pensieri del Presidente
usap asd elemac - cus siena 3-2   i miglior...
10ª GIORNATA   PADOVANI - USAP 2-0 &n...
Coppa Toscana UISP 2017/2018 – 2ª Giorn...
Campionato Eccellenza UISP 2017/2018 – 9&ord...
CAMPIGLIA - USAP ASD ELEMAC   2-3  ...
7.ma giornata Eccellenza UISP 2017/18   USA...
2017/2018   USAP ASD ELE.MAC - SANGIMIGNANO...
ASD FOMENTA FC  -  USAP ASD ELE.MAC ...
4ª GIORNATA DEL CAMPIONATO A 14 (PER MERITO D...
COPPA TERRITORIALE - PROV. DI SIENA   3°...
3ª GIORNATA ECCELLENZA SENESE UISP   U...
2ª giornata Torneo 2017/18   ASD Ancai...
1ª giornata di campionato   Usap asd E...
1° turno della Coppa Territoriale Maltraverso...
terza amichevole con Monteroni   USAP - MON...
seconda amichevole con Buonconvento   USAP ...
SI PARTE PER LA NUOVA STAGIONE prima amichevole c...
FIRENZUOLA - USAP ASD ELEMAC  2-1
30ª giornata di campionato   Usap asd ...
29ª giornata di campionato   Ancaiano&...
28ª giornata di campionato   Usap asd ...
27ª giornata di campionato   Sangimign...
26ª giornata di campionato   Usap asd ...
25ª giornata di campionato   Usap asd ...
24ª giornata di campionato   Usap asd ...
23ª giornata di campionato   Shqiperia...
22ª giornata di campionato   Usap asd ...
21ª giornata di campionato   Mobili Sa...
20ª giornata di campionato   Usap asd ...
18ª giornata di campionato   Usap asd ...
USAP - VICO 1-1   I NON VOTI   di Ve...
ANCAIANO - USAP   I NON VOTI   di Ve...
USAP ASD ELE.MAC - CAMPIGLIA 0-0   I NON VO...
usap asd ele.mac - cus siena  6-0   &n...
Shqiperia - Usap 1-2   i non voti   ...
USAP ASD ELEMAC - ASD FOMENTA FC 4-2   I NO...
MOBILI SACCHINI - USAP 1-1   I NON VOTI &n...
UOPINI - USAP   I NON VOTI   di VENC...
USAP - GRACCIANO   I NON VOTI
PADOVANI USAP   I NON VOTI   di Venc...
USAP ASD ELE,MAC - MARCIALLA CITY 1-1   I N...
VICO USAP 0-0 - I NON VOTI   istantanee, fr...
USAP - ANCAIANO  0-0   I NON VOTI &nb...
CAMPIGLIA - USAP 1-2   I NON VOTI   ...
USAP - SANGIMIGNANO   I NON VOTI   D...
IL RITORNO DI  VENCESLAO PISQUINI  ...
libertas tavarnelle - usap asd ele.mac   I ...
CUS SIENA - USAP   del 12/11/2016  ...
USAP - SHQIPERIA   I NON VOTI   di V...
Fomenta-Usap   I NON VOTI   di Balda...
Usap-Mobili Sacchni   Incapacciature, piagn...
Staggia - Usap I NON VOTI Brancolamenti, barcoll...
USAP-UOPINI I NON VOTI Impressioni, sovraimpress...
GRACCIANO-USAP I NON VOTI di Venceslao Pisquini,...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
PARLIAMONE CON.....il ricordo del "Capoccio" Ru...
PARLIAMONE CON.....Fabio Mariottini   R...
PARLIAMONE CON.....Francesco Salvi    ...
PARLIAMONE CON.....Fabiano Simi    Rub...
PARLIAMONE CON.....Lorenzo Finetti    ...
PARLIAMONE CON.....Valentina Cameli    ...
PARLIAMONE CON.....Enrico Fornai  Rubrica&nb...
PARLIAMONE CON.....Marco Poli Rubrica quindic...
PARLIAMONE CON.....Simone Viciani Rubrica qui...
PARLIAMONE CON.....Antonio Grillandini Rubric...
PARLIAMONE CON.....Alessia Bellucci Rubrica q...
PARLIAMONE CON.....Giacomo Dei Rubrica quindi...
PARLIAMONE CON.....Francesco Scarpetti Rubric...
PARLIAMONE CON.....Emilio Bruni Rubrica quind...
PARLIAMONE CON.....Franco Celetti Rubrica qui...
PARLIAMONE CON.....Riccardo Tognazzi Rubrica ...
PARLIAMONE CON.....Luciano Zazzeri Rubrica qu...
PARLIAMONE CON.....Marco Vignozzi Rubrica qui...
PARLIAMONE CON......Ivo Tortelli Rubrica quindicin...
PARLIAMONE CON......Luciano Corsi Rubrica qui...
USAP - FIANO 2 - 1Nell'ultima gara amichevole pri...
ANCHE SE ONOREVOLMENTE FINISCE LA STAGIONE DI COPP...
COPPA DI LEGA - ANDATA DEGLI OTTAVI -------------...
Gare: Ancora cinquina per l'Usap, questa volta la...
COPPA TOSCANA: USAP-LA SCALESE 0-5 Rinviata Campi...
Coppe: Sconfitte esterna di misura per Campig...
TORNANO LE COPPE: L'USAP PER PRIMA MARTEDI 23&nbs...
COPPA DI LEGA: IL CAPEZZANA OTTIENE IL LASCIPASSAR...
TORNA LA COPPA DI LEGA Ritorno degli ottavi: Usap...
COPPA DI LEGA: Asd CAPEZZANA - USAP Asd  0 - ...