Logo Usap

USAP - Unione Sportiva Amatoriale Poggibonsi

Articoli

Articoli USAP


In " info comunicati Eccellenza " sono disponibili i Comunicati della Coppa con tutti i risultati delle gare di Sabato 15, Mercoledi 19 e sabato 22 Settembre

 

 

Coppa Territoriale UISP 2018/2019– Girone  J

 

Maltraverso,19/9/2018

Castellina Scalo  22/9/2018

 

ASD SPORTING MOBILI SACCHINI - USAP  ELE.MAC ASD    1-2  (1-2)

 

USAP: Romano, Bertola (Castaldo S.), Rocchi F.; Castaldo V., Pucci, Pruneti (Masseti); Bartarelli (Boldrini), Fedi, Rapaj, Ademi, Giannini,  .

A disposizione: Volpi, Sanguigni, Vezzosi, Patoku.         

All. Pellegrino.

 

MOBILI SACCHINI:

All. Lapini.

 

Reti 19’ Pepaj, 40+1’ Bandinelli, 40+2’ Ademi.

 

Arbitro: Sig. Meconcelli di Chiusi

 

Note: Serata positiva. Spettatori 30. Eccellenti le quote rosa. Espulso Cicali.

 

USAP  ELE.MAC ASD – VICO D’ELSA   1-2  (1-1)

 

USAP: Volpi, Castaldo S. , Rocchi F. (Bertola) ; Castaldo V., De Biasi,o Pruneti (Pepaj); Bartarelli (41’ Boldrini), Fedi (Vezzosi), Pepaj, Ademi (Castaldo L.), Giannini.

A disposizione:  Sanguigni, El Azhari, Pogosean, Galiano.                   

All. Pellegrino.

 

VICO: Vargas, Ermini (Neziri), Puccioni; Cibecchini, Trotta (Nesi), Giubbolini; Grassini, Bianchi, Lorini (Marcoionni), Nidiaci, Fermi.

A disposizione: Andreola, Miscia, Novelli.

All. Funaioli.

 

Reti: 21’ De Biasio, 34’ e 58’ Lorini.

 

Arbitro: Sig. Bonari di S. Quirico d’Orcia.

 

Note: Ammonito Neziri. Spettatori 24

 

 

Senza scervellarsi tanto, ma lavorando di riga e squadra, l’UISP di Siena risolve l’imbarazzo con coloro che guidano l’intero movimento confezionando dieci gironi di tre  per predisporre le qualificate alla seconda Coppa Territoriale – Anno 2018/2019. Pertanto, nel Girone J inzeppa, una sull’altra, la detentrice del trofeo, la seconda classificata dello scorso campionato, la vincitrice di sei campionati degli ultimi sette con alle viste, così, tre partitissime interessanti, importanti ed equilibrate.

 

Il regolamento prevede il passaggio del turno delle dieci prime classificate ed il ripescaggio delle ulteriori sei, per formare il tabellone da sedici, fra le dieci seconde, premiando il miglior punteggio, quoziente reti, coppa disciplina (nell’ordine).

 

Girone equilibratissimo si diceva e così si è rivelato al termine delle tre partite d’approccio tutte svoltesi nell’arco di una settimana. Alla fine del viaggio il girone recita:

 

Vico - Mobili Sacchini          1-2

Mobili Sacchini                   1-2

Usap – Vico                       1-2

 

Tutto quanto in perfetta parità, quindi, e, pertanto, la Voce del Padrone, a questo punto, la fa la Coppa Disciplina che formatta la seguente classifica:

 

1 – Usap                 3        1-0-1            3-3     C.D.    2

2 – Vico                  3        1-0-1            3-3     C.D.    6

3 – Mobili Sacchini    3        1-0-1            3-3     C.D     9

 

In definitiva l’Usap accede agli ottavi, il Vico si posiziona in pool per essere fra le sei ripescate, il Mobili Sacchini viene eliminato, tutto per favorire qualche oscura squadra della bassa che potrà vantarsi di essere superiore al Mobili Sacchini (ad esempio) senza nemmeno averlo incontrato…….

 

Ricordato brevemente il successo del Mobili Sacchini sul Vico, in assenza di cronistoria, che l’ha visto sfiorare un congruo vantaggio, ma si fa riprendere, addentriamoci un po’ più approfonditamente sulle due partite dell’Usap che comincia bene vincendo il 75° derby ufficiale contro il Mobili Sacchini, sul campo di Maltraverso sfoggiando un gran bel primo tempo e resistendo in una ripresa dai tratti sofferenti, ma letta e recepita con giudizio e molta concretezza.

 

Partita a tratti affascinante, con ritmi altissimi e proposizioni di gioco fini, al limite della perfezione. Alla migliore organizzazione ed aggressività dell’Usap, il Mobili Sacchini ha contrapposto una ricerca computeristica delle fasce laterali con la forza delle sovrapposizioni, ma una volta resosi conto che l’avversaria interpretava e risolveva rapidamente i problemi che le poneva ha dovuto, gioco forza, cambiare tattica e passare al vecchio e “sano” palla lunga e pedalare sulle vie di imbucata.

 

Nei reparti d’attacco, mentre nel Mobili Sacchini è Gioele Bandinelli la punta di diamante, lasciando a Cicali tutti i compiti di dar battaglia al muro difensivo ospite, nell’Usap la formazione del suo tridente appare più propenso ad incrementare lo spessore di centrocampo per tagliere e servire le diagonali che Ademi (ex di giornata) proponeva ai compagni di reparto.

 

Dopo pochi minuti (cinque forse) Bartarelli viene “stoccato” con prepotenza in piena area, ma il direttore di gara si trova distante per giudicare con la vista e non raccorda l’udito con la decisione attesa.

 

Più volenterosa l’Usap nella ricerca del fraseggio, anche insistito, nonché ricercato, per aggirare l’impianto difensivo locale che non appare molto granitico intorno all’eterno Pagni.

 

In una di queste combinazioni, difatti, il centravanti gialloblù Ademi si ritrova a tu per tu con il portiere locale Cervelli senza riuscire a bucarlo con un piazzato ben controllato a terra.

 

Il vantaggio ospite non si è fatto attendere troppo. Da una punizione dal limite in posizione leggermente defilata Rapaj fa partire una staffilata in diagonale che, complice anche una leggera deviazione lungo il percorso, trafigge imparabilmente il portiere locale.

 

La reazione del Sacchini inizia veemente, ma si trasforma impalpabile per via delle superlative prestazioni del pacchetto difensivo, laddove giaganteggiano in elevazione Castaldo e Pucci, e chiudono tutti gli spazi Bertola e Rocchi.

 

A Romano non resta che sbrigare, tutto gongolante, non più di una gestione ordinaria, anche perché, quando il Mobili Sacchini si presenta pericolosamente in area, tira abbondantemente in alto.

 

L’ex Ademi accarezza nuovamentel’idea di poter segnare il suo punto personale quando fugge sulla destra accompagnato dal difensore centrale di riferimento, ma il suo diagonale è di poco fuori.

 

Si arriva, pertanto,   al termine del primo tempo con una sottovalutazione complessiva e riflessiva dell’azione che porta al pareggio del Mobili Sacchini. Da una parte, quella del direttore di gara, la siderale distanza in cui si fa cogliere dal lungo lancio difensivo per l’accoppiata Cicali-Bandinelli: velo del secondo per il primo che gli riserva l’appoggio che porta Gioele ad accentrarsi in area, giostrarsi una difesa imbambolata e cogliere il primo palo con una gran tiro. Peccato che Cicali fosse in fuorigioco di un sei metri e mezzo, che l’arbitro non poteva ravvisare da così lontano e che il guardalinee di destra (tale Sollazzi da Linari) non ha segnalato…………

 

Fatto sta che il Sacchini raggiunge un pareggio che, però, più effimero non poteva essere poiché l’Usap, punta sul vivo, gioca la sua carta segreta “il jolly di Radda” che ha il seguente schema: si batte dal centro, si pressa sul portatore di palla avversario, gli si fa perdre la bussola e dun uomo in gialloblù (questa volta Ademi) si trova a tu per tu con il portiere superandolo, stavolta, senza remissione di peccati.

 

2-1 agli sgoccioli del tempo e negli spogliatoi in un battibaleno.

 

L’avvio di ripresa (senza cambi per entrambi) mostra un’Usap ancora in palla, seppur con un fare più guardingo, molto simile al sornione.

 

Il Mobili Sacchini si lancia in avanti, ma una combinazione sulla sinistra che porta Bandinelli a poter tirare da fuori area non viene colta dall’attaccante locale facendola svanire fra le braccia di Romano.

 

L’Usap aspetta e risponde e dà l’impressione di poter far male ad ogni piè sospinto. Quando Mister Pellegrino toglie lo stremato Bartarelli per le forze fresche di Boldrini, Pagni deve fare lo straordinario per arginarne ardore e voglia di incidere. Una puntata sulal sinistra del neo entrato chiama Cervelli al pronto riflesso sull’insidioso diagonale.

 

Il Sacchini appare troppo Bandinelli-dipendente. Si cerca sempre lui ed anche, il ragazzo, pretende di essere servito.

 

L’occasione clamorosa di V. Castaldo a metà ripresa ; a due passi da Cervelli, un invitante pallone sbucato da una mischia, lo destina alto oltre la traversa, convince il Sacchni a tentare il tutto per tutto e far entrare l’intero suo potenziale di fuoco per un ultimo assalto all’arma bianca.

 

L’Usap ha il merito di non fremere di fronte alle avversità, tanto più che di lì a poco si ritrova con l’uomo in più a causa dell’espulsione di Cicali che, dalla tribuna, può avere un solo motivo: qualche parola di troppo rivolta al direttore di gara.

 

In una situazione del tutto facorevole l’Usap avvicina il terzo goal con Boldrini e, poi, con Rapaj, ma deve guardarsi dalla “disperazione” del Sacchini che riesce a confezionare una sola, pericolosa, azione per giungere al pareggio con un diagonale pericolosissimo dalla destra verso la fine della partita che esce di poco sul lato opposto con Romano preoccupato nel seguire l’effetto della sua traiettoria.

 

Con questa ventitreesima vittoria l’Usap interrompe un trend sfavorevole avviato negli ultimi cinque derby (4 sconfitte ed un pareggio), rimettendo un po’ le cose in carreggiata.

 

Di diverso tenore appare fin da subito l’incontro con il Vico sabato pomeriggio in quel di Castellina Scalo. Gli ospiti giungono all’appuntamneto in pieno spolvero, ben consci che hanno un solo risultato da ottenere se vogliono sperare nel passaggio del turno e, pertanto, inseriscono nella contesa quasi tutto il loro potenziale offensivo, tranne Marcoionni che, dopo una tribolata scorsa stagione, parte dalla panchina.

 

L’Usap, di suo canto. Conferma in pratica lo schieramneto del precedente mercoledì notturno, salvo avvicendare il portiere (rientra Volpi pe l’assenza di Romano), ristabilire la titolarità di Salvo Castaldo in fascia destra e cementare il reparto difensivo centrale con l’inserimento di De Biasio accanto a Vincenzo Castaldo.

 

In mezzo al campo e davanti le cose rimangono invariate, come invariata è la sua partenza , a tutta randa, quasi ad intimidire un’avversaria che le è ostica da un bel pezzo.

 

Partita veloce, aggressiva, ma non cattiva, spazi che si aprono e chiudono a seconda dei capovolgimenti di fronte, Lorini frenato da una gabbia al momento in cui viene in possesso di palla, oppure dalla sua frenesia di confermarsi la bestia nera dell’Usap (degli oltre 200 goals fatti nei tornei Uisp, la metà l’ha fatti all’Usap……).

 

All’improvviso l’Usap passa in vantaggio con la chirurgica punizione di De Biasio che va a baciare il palo dietro la barriera ed accomodarsi in rete, nonostante il tentativo di intervento di Vargas, seppure da lunga distanza.

 

Una miglior predisposizione nello stare in campo e la pratica del raddoppio sistematico alla caccia del pallone, mettono in imbarazzo gli uomini di Funaioli che faticano a trovare il bandolo della matassa, non riescono a liberare il loro bomber, lo stesso Nidiaci si ritrova spesso aggrovigliato  fra le maglie avversarie, mentre Bianchi si ritrova nelal condizione di fare il boia e l’impiccato poiché Cibecchini è bravo a realizzare la fase di copertura, un po’ meno a supporto della manovra.

 

L’Usap crea difficoltà sulle ali laddove Bartarelli ha quasi sempre il guizzo e Rapaj regge dei palloni anche impossibili. Appare un po’ svagato Ademi che fa bene tutti i movimenti e gli appostamenti, ma quando si arriva in fase di concretizzazione si arena troppo facilmente.

 

Come il gol dell’Usap, il pareggio del Vico arriva altrettanto inaspettato, frutto sì di una combinazione dai e vai, classica quando si possiede un talento “spaziale” come Lorini, ma divenuta troppo facile nella sua esecuzione, quasi che l’Usap ne aspettasse l’avvicendamento. Davanti a Volpi Lorini non perdona.

 

L’Usap, tuttavia, non si deprime più di tanto. Torna a macinare il suo pressing condotto con veemenza da Pruneti e raccordato da Giannini ed inventa letteralmente l’occasione per tornare in vantaggio con il servizio per Bartarelli, lasciato solo, per una volta da Grassini, che non fa l’egoista e serve Ademi che tutto lo specchio della porta a sua disposizione. Ma il centravanti locale, invece di colpire al volo il servizio del compagno, lo controlla e consente a Vargas di perfezionare la sua uscita alla disperata che diviene vincente, salvando porta e risultato.

 

Nel finale Lorini ha un ulteriore spunto che lo porta a scagliare un bel diagonale dalla sinistra che esce d ipoco.

 

Inizio ripresa senza cambi per entrambi. Ma anche ritmo e aggressività che non calano.

 

L’occasione buona potrebbe averla Bartarelli che anticipa tutti di testa, ma sfiora appena il pallone proveniente da Rapaj che sfila sul fondo.

 

Vi sono, quindi, continui capovolgimenti di fronte che non divengono occasioni poiché le difese, entrambe, sono ben improntate sul pezzo e non lasciano proprio niente al caso.

 

Pertanto è proprio il caso che regala un’altra siderale occasione all’Usap allorché Vargas calcola male lo spiovente proveniente dalla sua sinistra operando un’uscita che mette in difficoltà lui medesimo e la difesa; sul batti e ribatti che si innesta per calciare via un pallone “sanguinoso” qualcuno lo fa sbattere contro il palo (un attaccante, un difensore, Vargas stesso? Mah!….) ed il rimbalzo beffa Bartarelli e Ademi posizionati davanti alla porta  incustodita, superandoli e venendo scaraventato lontano.

 

Come succede spesso (per non dire sempre) a gol fallito, segue gol subito. L’Usap, in attacco, lamenta un perentori intervento che, peraltro, il direttore di gara ha lasciato correre per l’intera partita e cincischia con il baricentro alto in attesa di una concessione, il rinvio difensivo coglie impreparato un difensore che nel tentativo di rinviare  finisce per favorire Nidiaci che controlla, ravvede il movimento di Lorini e lo serve perfettamente in profondità dietro le spalle della coppia centrale che, a quel punto, è impssibilitata a d interventire. Un gioco da ragazzi per il bomber saltare Volpi e depositare in rete.

 

Stavolta è l’Usap a trovarsi a rincorrere un risultato che poteva avere nelle proprie mani. Tanto più che Lorini ha esaurito le ultime stille di energie con il secondo goal ed è sostituito da Marcoionni.

 

Il nuovo tridente dell’Usap è composto da Luigi Castaldo, Rapaj e Boldrini, mentre a centro campo Vezzosi e Pepaj avvicendano Fedi e Pruneti. L’Usap vorrebbe fortemente non perdere questa partita, ma è combattuta anche dal fatto che, nonostante il risultato avverso, le condizioni sono tutte a suo favore in quanto, finendo così la gara, sarebbe comunque prima nel girone per merito della Coppa Disciplina. Pertanto prova ad offendere la difesa del Vico, sì, ma con grande attenzione a non lasciare il fianco scoperta ad una inopinata terza rete del Vico.

 

Dal suo canto, lo stesso Vico si ritrova in mezzo al guado, nella possibilità di essere, comunque, una delle sei seconde ripescate e anche lì qualcuno sta valutando se il rischio di  subire il gol del pareggio (e l’eliminazione) valga la candela della possibilità di poter realizzare il terzo goal.

 

In questo finale gioco delle parti, con i minuti che lentamente scandiscono il termine della partita sul filo thrilling della passione e della speranza, a venti secondi dalla fine ecco che Vincenzo Castaldo, anziché scaraventare l’ultima palla in fallo laterale ed attendere il triplice fischio finale, gioca alla roulette con un passaggio indietro al portiere che …… è corto! Subito vi si fionda Marcoionni (che gli era in pressione), ma Castaldo ha la prontezza di riflessi di reagire al suo errore rincorrendo l’avversario ed infastidirlo quel tanto da costringerlo a sparare alto una volta entrato in area, con buona pace, un po’, di tutti, tranne che dei Mobili Sacchini che, credo, non finirà mai di ringraziare la tosta composizione del Girone J, realizzata, come peraltro anche tutti gli altri, con goniometro e compasso, soltanto perché a qualcuno non piacciono le gite fuori porta.

 

 

                                                                               Mariano Rocchetta


News Sale e Pepe Pensieri del Presidente
Coppa Toscana UISP 2018/2019   dalla Redaz...
Campionato Eccellenza UISP 2018/2019– 10&ord...
  Campionato Provinciale UISP 2018/2019 &nda...
Coppa Toscana UISP 2018/2019 – 1ª Giorn...
  Campionato Eccellenza UISP 2018/2019 &ndas...
  Campionato Eccellenza UISP 2018/2019&ndash...
  Campionato Eccellenza UISP 2018/2019 &ndas...
Campionato Eccellenza Provinciale 2018/2019 4&ord...
  Campionato “Eccellenza” UISP P...
  Campionato Eccellenza UISP 2018/2019&ndash...
  Campionato Eccellenza UISP 2018/2019&ndash...
Campionato Eccellenza UISP 2018/2019– 1ª...
In " info comunicati Eccellenza " sono disponibi...
Riparte la stagione Amatori UISP  
FINALISSIMA COPPA TERRITORIALE   USAP ANCAI...
PLAY - OFF PLAY - OUT
26ª ed ultima giornata 2017/18   USAP ...
USAP - MOBILI SACCHINI 0-1   I MIGLIORI - S...
23ª giornata Campionato UISP Provinciale (Sia...
22ª giornata di campioanto   VICO - US...
21ª giornata   USAP - CAMPIGLIA 1-2 &...
20ª giornata   POLISPORTIVA STAGGIA 53...
L a Lega Calcio UISP di Siena  comunica ...
L a Lega Calcio UISP di Siena  comunica&n...
Campionato Provinciale UISP 2017/2018 –19&or...
18ª giornata Campionato Eccellenza UISP di Si...
17ª Giornata Campionato UISP della Provincia ...
15ª giornata 2017/18   USAP ASD ELEMAC...
14ª GIORNATA   LIBERTAS TAVARNELLE - U...
coppa interzonale ottavi di finale USAP - PACIAN...
USAP - VICO 1-1   I NON VOTI   di Ve...
ANCAIANO - USAP   I NON VOTI   di Ve...
USAP ASD ELE.MAC - CAMPIGLIA 0-0   I NON VO...
usap asd ele.mac - cus siena  6-0   &n...
Shqiperia - Usap 1-2   i non voti   ...
USAP ASD ELEMAC - ASD FOMENTA FC 4-2   I NO...
MOBILI SACCHINI - USAP 1-1   I NON VOTI &n...
UOPINI - USAP   I NON VOTI   di VENC...
USAP - GRACCIANO   I NON VOTI
PADOVANI USAP   I NON VOTI   di Venc...
USAP ASD ELE,MAC - MARCIALLA CITY 1-1   I N...
VICO USAP 0-0 - I NON VOTI   istantanee, fr...
USAP - ANCAIANO  0-0   I NON VOTI &nb...
CAMPIGLIA - USAP 1-2   I NON VOTI   ...
USAP - SANGIMIGNANO   I NON VOTI   D...
IL RITORNO DI  VENCESLAO PISQUINI  ...
libertas tavarnelle - usap asd ele.mac   I ...
CUS SIENA - USAP   del 12/11/2016  ...
USAP - SHQIPERIA   I NON VOTI   di V...
Fomenta-Usap   I NON VOTI   di Balda...
Usap-Mobili Sacchni   Incapacciature, piagn...
Staggia - Usap I NON VOTI Brancolamenti, barcoll...
USAP-UOPINI I NON VOTI Impressioni, sovraimpress...
GRACCIANO-USAP I NON VOTI di Venceslao Pisquini,...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
GLI ESAMI NON FINISCONO MAI Voti e giudizi del pr...
PARLIAMONE CON.....il ricordo del "Capoccio" Ru...
PARLIAMONE CON.....Fabio Mariottini   R...
PARLIAMONE CON.....Francesco Salvi    ...
PARLIAMONE CON.....Fabiano Simi    Rub...
PARLIAMONE CON.....Lorenzo Finetti    ...
PARLIAMONE CON.....Valentina Cameli    ...
PARLIAMONE CON.....Enrico Fornai  Rubrica&nb...
PARLIAMONE CON.....Marco Poli Rubrica quindic...
PARLIAMONE CON.....Simone Viciani Rubrica qui...
PARLIAMONE CON.....Antonio Grillandini Rubric...
PARLIAMONE CON.....Alessia Bellucci Rubrica q...
PARLIAMONE CON.....Giacomo Dei Rubrica quindi...
PARLIAMONE CON.....Francesco Scarpetti Rubric...
PARLIAMONE CON.....Emilio Bruni Rubrica quind...
PARLIAMONE CON.....Franco Celetti Rubrica qui...
PARLIAMONE CON.....Riccardo Tognazzi Rubrica ...
PARLIAMONE CON.....Luciano Zazzeri Rubrica qu...
PARLIAMONE CON.....Marco Vignozzi Rubrica qui...
PARLIAMONE CON......Ivo Tortelli Rubrica quindicin...
PARLIAMONE CON......Luciano Corsi Rubrica qui...
USAP - FIANO 2 - 1Nell'ultima gara amichevole pri...
ANCHE SE ONOREVOLMENTE FINISCE LA STAGIONE DI COPP...
COPPA DI LEGA - ANDATA DEGLI OTTAVI -------------...
Gare: Ancora cinquina per l'Usap, questa volta la...
COPPA TOSCANA: USAP-LA SCALESE 0-5 Rinviata Campi...
Coppe: Sconfitte esterna di misura per Campig...
TORNANO LE COPPE: L'USAP PER PRIMA MARTEDI 23&nbs...
COPPA DI LEGA: IL CAPEZZANA OTTIENE IL LASCIPASSAR...
TORNA LA COPPA DI LEGA Ritorno degli ottavi: Usap...
COPPA DI LEGA: Asd CAPEZZANA - USAP Asd  0 - ...